Cannoli siciliani

Sui cannoli siciliani, si è detto e scritto molto, sono il dolce simbolo della pasticceria siciliana e io ovviamente li adoro. Mangio solo quelli di alcune fidate pasticcerie, in Sicilia, e fuori dalla mia isola, sono sempre molto prevenuto, figuriamoci prepararli!

Eppure sono riuscito a vincere questo tabù! Finalmente, oggi, armato di buone intenzioni, mi sono sentito pronto ad affrontare la sfida. E ve lo confesserò, non ho seguito pedissequamente la ricetta tradizionale, anzi, mi sono preso diverse libertà, prima fra tutte quella di sostituire lo strutto con il burro!

Cosa ho utilizzato: farina “00” 60 gr, mezzo cucchiaio di Marsala, mezzo albume d’uovo, un cucchiaino di cacao amaro in polvere, un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di cannella, 15 gr di burro ammorbidito; per la crema: ricotta freschissima di pecora 150gr, zucchero semolato 45gr, pistacchio di Bronte triturato.

Dosi per:  7 cannoli
Preparazione: 60 minuti
Difficoltà:  media
Cottura: 10 minuti

Per la preparazione dei cannoli ho cominciato  mescolando la farina insieme al cacao, ho aggiunto un pizzico di sale, la cannella e il burro. Ho sabbiato il tutto, ovvero, ho mescolato le polveri con il burro. Io l’ho fatto a mano, ma se preferite potete farlo con una planetaria a velocità ridotta montando la frusta a foglia o a K. Ho aggiunto il Marsala e l’albume e ho continuato ad impastare, ottenendo un composto abbastanza consistente, che ho avvolto in un pò di pellicola e lasciato riposare in frigo per circa 45 minuti.
Nel frattempo, mi sono dedicato alla preparazione della crema per la farcitura. Ho mescolato la ricotta con lo zucchero semolato, in modo da ottenere una crema liscia che ho lasciato riposare in frigo all’interno di una sacca da pasticcere. Ho scelto di preparare la farcitura più semplice, senza l’aggiunta di canditi o cioccolato.

Trascorsi i 45 minuti, ho steso la pasta un pò alla volta, ottenendo uno spessore di circa 2/3 mm e con con un coppa pasta di circa 8cm di diametro ho ricavato dei dischi che ho avvolti nelle classiche forme di alluminio (non saldate!) unte con un pò di burro fissando con un pò di albume la parte in cui si sovrappongono.

Li ho fritti immergendoli uno alla volta in olio di semi di girasole, molto caldo. Li ho scolati su della carta assoorbente e li ho tolti dalle forme solo dopo essersi raffreddati.

Ho farcito i cannoli così ottenuti con la crema di ricotta e zucchero, e decorato le estremità con la granella di pistacchio.

Buon appetito.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.