Fiadoni

Se siete abruzzesi non potete non conoscere i fiadoni, dei piccoli rustici ripieni di formaggio che, vi assicuro, creano dipendenza!
Per me, l’occasione di assaggiarli c’è stata quando ho conosciuto Mariacristina. Con lei ho avuto la fortuna di assaggiare molte specialità abruzzesi, non che le prepari lei, anzi se ne guarda bene! Ma questo conta poco, tanto ai fornelli ci sto sempre io!

La ricetta è molto semplice e vi consiglio di provare a prepararli in casa, ma se proprio non ne avete voglia li potete trovate nel nostro temporary shop tra i prodotti di Taste Abruzzo

Cosa ho utilizzato: per la pasta: farina “00” 200gr, olio evo 2 cucchiai, vino bianco 1 cucchiaio, uova 2 (120 gr ca), un pizzico di sale; farcia: parmigiano reggiano 24 mesi 300 gr, pecorino (o rigatino abruzzese) 200gr, lievito in polvere 1 cucchiaino, uova 4 .

Dosi per: 30 fiadoni

Preparazione: 60 minuti

Difficoltà: facile

Cottura: 15/20 minuti circa

Ma veniamo alla preparazione.
Come prima cosa ho messo nella planetaria la farina, l’olio, il vino bianco, un pizzico di sale e circa 90 grammi di uova. Il resto l’ho messo da parte perchè mi servirà per spennellare i fiadoni prima di infornarli.
Ottenuto un impasto dalla consistenza morbida, l’ho lasciato riposare in frigo, avvolto nella pellicola, per almeno 30 minuti.

Nel frattempo ho iniziato a preparare la farcia.
Dopo aver grattugiato i formaggi, li ho mescolati assieme aggiungendo il lievito e, uno per volta, i tuorli. Se utilizzate la planetaria, consiglio di montare la frusta a foglia. In ultimo ho aggiunto gli albumi montati a neve, anche in questo caso un po’ alla volta, mescolando il tutto con una spatola per non sgonfiare troppo il composto.

A questo punto, ho iniziato a stendere la pasta con la sfogliatrice, tirandola fino alla penultima misura.
Quindi ho disposto il ripieno al centro delle sfoglie formando delle piccole palline con una quantità corrispondente a quella contenuta in un cucchiaio da tavola.
Ho ripiegato l’estremità del lato lungo sul ripieno, schiacciando bene con le dita per far uscire l’aria. Infine ho dato forma ai fiadoni, aiutandomi con un coppapasta, per dare un’ aspetto simile a quella di una semi luna.
A questo punto ho praticato un’ incisione a croce sulla superficie del fiadone di modo che, durante la cottura, parte del ripieno possa fuoriuscire dalla sommità evitando che il formaggio esca lateralmente.
Infine ho spennellato i fiadoni con l’uovo tenuto da parte e li ho messi in forno, già caldo, ad una temperatura di circa 200° per 15/20 minuti.
Li ho sformati una volta raggiunto una bella colorazione giallo oro.

Buonissimi da soli, ancor di più se accompagnati dai salumi.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.