Filetto alla Wellington

Il filetto alla Wellington è un piatto tipico della cucina inglese, molto frequente sulle tavole nel periodo di Natale  Si tratta di un manzo in crosta che può essere preparato con una varietà di ingredienti: con frittata o senza, con tartufo o funghi, frutta secca o erbe aromatiche.
La preparazione non è particolarmente complicata, ma richiede un pò di tempo.

Filetto_alla_Wellington

Cosa ho utilizzato: filetto di manzo o vitello da 500gr, funghi champignon 200 gr, castagne 10, prosciutto crudo dolce 100gr, uovo 1, pasta sfoglia 1 rotolo, pomodorini, cavoletti di Bruxelles, senape.

Dosi per: 6 persone
Preparazione: 80 minuti
Difficoltà: media
Cottura: 30 minuti

Ho iniziato preparando una crema di funghi, frullandoli a crudo e cuocendoli a lungo in padella con un filo d’olio. Nel frattempo ho lessato le castagne e, dopo averle tritate, le ho aggiunte alla crema.

Ho scaldato un po’ d’olio in una padella per rosolare il filetto, sono sufficienti un paio di minuti per lato. Quindi ho avvolto, ben stretto, il filetto tiepido nella pellicola trasparente e l’ho messo a riposare in frigo per circa mezz’ora.

Ho disposto sul piano di lavoro un foglio di pellicola e, sopra questo, uno di carta da forno. A questo punto ho steso le fette di prosciutto crudo  sulle quali ho spalmato la crema di funghi e castagne ed infine ho posizionato il filetto cosparso di senape. Ho arrotolato il tutto, chiudendo accuratamente,  e ho messo a freddare in frigo per altri 30 minuti.
Trascorsa la mezz’ora, ho steso la pasta sfoglia e posizionato al centro il filetto. L’ho avvolto  con la sfoglia chiudendo le estremità. Ho spennellato il tutto con l’uvo sbattuto e inciso con un coltello la superficie della pasta sfoglia per decorarla.

Ho cotto il filetto in forno preriscaldato a 180/190° per circa mezz’ora, fino ad ottenere la superficie di pasta sfoglia ben cotta e dorata e, cosa fondamentale, il filetto al sangue!

Prima di tagliarlo ho aspettato almeno 15 minuti per permettere alla carne di riassorbire i succhi di cottura.

Buon appetito.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.