".....un pò di rosso, routine dentro a un bicchiere..."

(Scirocco, F. Guccini)

Diciamoci la verità, chi di noi non si è mai trovato in imbarazzo difronte ad una carta dei vini? Decidere quale vino sia più adatto al piatto che avete ordinato non è sempre una scelta facile. Meglio un bianco, forse un rosato o addirittura un rosso? Un vino giovane o d’annata?

In effetti, non esiste una regola assoluta a cui attenersi per riuscire a scegliere il vino giusto. Ci sono delle tecniche, delle consuetudini, ma ciò che conta di più è ciò che ci piace!

L’accostamento tra un piatto e un buon bicchiere di vino non è un dictat, spesso si tratta di una abitudine consolidata, una tradizione regionale, può essere frutto di una “prova sul campo”, o di semplici consigli.

Ciò che non dobbiamo mai dimenticare nell’abbinamento cibo-vino è che nessuna delle due parti deve sovrastare l’altra.

Tuttavia per costruire un abbinamento possiamo tenere in considerazione alcune linee guida:

  • abbinamento per struttura: tenendo in considerazione gli ingredienti utilizzati nel piatto, la tecnica e la durata della cottura, il cibo avrà una consistenza più o meno strutturata, aumentando la consistenza, dovrá crescere anche la struttura del vino;
  • abbinamento stagionale: in inverno si gustano più volentieri piatti elaborati, perciò sono privilegiati i vini più strutturati. Mentre d’estate, complice il caldo, la scelta ricade più facilmente su vini freschi e beverini;
  • abbinamento regionale: spesso motivazioni storiche e culturali rendono perfetti certi abbinamenti;
  • abbinamento per similitudine: per sfruttare al meglio alcune caratteristiche comuni al piatto e al vino;
  • abbinamento per contrasto: con piatti prevalentemente grassi o con note di acidità piuttosto forti è preferibile scegliere un vino che attenui queste caratteristiche per far apprezzare al meglio il piatto.

Detto questo non posso non far mia l’espressione secondo cui tutto ciò di cui parleremo altro non è che una prova sul campo, frutto del mio gusto personale, lontana dall’essere una guida a senso unico anzi, direi, un percorso da fare insieme!

Rosso

Bianco

Rosato

Bollicine