Pastiera

La Pastiera il dolce per eccellenza della Pasqua. Ho sempre considerato questo dolce quasi un tabù, non appartenendomi per tradizione, ma i tabù prima o poi vanno affrontati! Questo è il risultato della sfida con me stesso e mi ritengo soddisfatto!

La Pastiera

Cosa ho utilizzato: per la pasta frolla: farina “00” 330gr, burro morbido 165gr, zucchero semolato 120gr, uova intere 2, un pizzico di sale, aroma di fiori di arancio; per la farcia: ricotta di pecora 350gr, zucchero semolato 175gr, uova 1 intero + 1 tuorlo, cannella 1/2 cucchiaino, canditi misti 70gr, grano cotto 300gr, latte intero 200ml, buccia di arancia e di limone, burro 20gr.

Dosi per: 4/6 persone
Preparazione: 1 h e 45 minuti
Difficoltà: media
Cottura: 1h e 45 minuti o più

La preparazione della pastiera richiede del tempo e una serie ben precisa di passaggi da seguire per ottenere un risultato eccezionale.

Si comincia la sera prima, miscleando la ricotta, ben scolata, con lo zucchero. Il riposo notturno serve a legare bene i due ingredienti.

Il giorno successivo ho setacciato la ricotta con un colino, in modo da ottenere una crema vellutata e priva di qualsiasi grumo.

L’ideale sarebbe preparare il giorno prima anche la pasta frolla, ma in mancanza di tempo, si può fare anche il giorno stesso.

Per impastarla ho utilizzato la planetaria: ho versato nel contenitore il burro a temperatura ambiente, già ridotto in piccoli pezzi. Ho aggiunto lo zucchero e mescolato per almeno 10 minuti fino ad ottenere una crema morbida. Dopodiché ho unito, una per volta, anche le uova, un pizzico di sale e due gocce di aroma di fiori di arancio.

A questo punto ho aggiunto la farina setacciata, ho mescolato con un cucchiaio di legno per amalgamare bene il tutto e, ottenuto un impasto consistente, l’ho avvolto nella pellicola e messo a riposare in frigo per almeno un’ora.

Terminata la pasta frolla, ho versato il grano cotto in una padella dai bordi alti ho aggiunta il latte, il burro e la buccia di un’arancia e di un limone interi. Ho lasciato cuocere il tutto a fuoco molto basso per almeno 20 minuti mescolando continuamente. Terminata la cottura ho tolto le bucce degli agrumi, che avranno rilasciato tutto il loro aroma e ho frullato la metà della crema di grano così ottenuta.

Ho rimesso insieme la due parti di crema di grano e, una volta freddata, l’ho aggiunta alla ricotta. Ho aggiunto la cannella, un pizzico di sale, l’uovo intero, il tuorlo, i canditi e ho mescolato il tutto ottenendo una crema morbida.

Ho ripreso la pasta frolla, l’ho stesa ottenendo uno spessore di circa 6mm e ricavando un disco con il quale ho ricoperto una teglia dal bordo alto 4cm (diametro di circa 28/30cm),  imburrata e infarinata.

La pasta dovrà coprire interamente la teglia e i bordi. Con la pasta restante ho fatto delle strisce, meno spesse del disco steso per la base e della larghezza di circa un centimetro, che serviranno per decorare la pastiera.

Ho versato sulla base la crema di ricotta e grano, e ho disposto in diagonale le strisce di pasta, creando il motivo a rombi tipico.

Ho infornato, in forno preriscaldato, a 150° per almeno 1h e 45 minuti, o fino a quando la pastiera non sarà di un bel colore ambrato. La cottura potrebbe richiedere un tempo più lungo a seconda del forno:vale sempre la regola dello stecchino per capire se l’interno sia asciutto!

La pastiera va gustata a temperatura ambiente e può essere conservata per qualche giorno fuori dal frigo.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.