Roll di avocado con salmone e baccalà mantecato

Questi roll di avocado con salmone e baccalà mantecato non sono proprio velocissimi da realizzare, lo ammetto.
Il lato positivo è che potete prepararli con un pò di anticipo e sono perfetti per l’aperitivo, magari accompagnati da un buon vino rosato come il Dajje, una Tintilia dal delicato sentore speziato e floreale perfetta per questo piatto.

Cosa ho utilizzato: avocado maturi 2, baccalà dissalato 300gr, salmone affumicato 200gr, pane per tramezzini, latte qb, acqua qb, pepe nero, burro salato, olio evo 1 cucchiaio.

Dosi per: 4 persone

Preparazione: 30 min.

Difficoltà: medio alta

Cottura: 1:30 h

Dunque come prima cosa ho preparato il baccalà mantecato.
Ho usato un tegame piuttosto capiente nel quale ho messo il filetto di baccalà tagliato in pezzi piccoli con dell’olio extravergine di oliva.
Quindi l’ho coperto con acqua e latte, in parti uguali e l’ho lasciato cuocere a lungo e lentamente.
Cuocendo e assorbendo i liquidi, il baccalà si sfalda, così, dopo i primi 20 minuti di cottura, ho aggiunto altro latte e iniziato a mescolare con una frusta. A cottura ultimata si sarà trasformato in una crema alla quale ho aggiunto giusto un pizzico di pepe.

Una volta pronto il baccalà, ho tagliato il pane a strisce di larghe circa 4 cm e le ho tostate leggermente su entrambi i lati.

Per dare ai roll la loro forma ho utilizzato il Makisu, il tappeto di bambù che si utilizza nella cucina giapponese.
L’ho rivestito con della pellicola e vi ho disteso delle sottilissime fettine di avocado. Di sopra ho disposto le fette di salmone e in ultimo il baccalà mantecato.
Quindi, con l’aiuto del tappeto di bambù, ho avvolto l’avocado, liberando di volta in volta l’estremità del tappeto e premendo leggermente con le dita.
Una volta arrotolato, ho modellato il rotolo uniformemente con le dita nel senso della lunghezza.
Terminato questo passaggio, ho lasciato i rotoli avvolti nella pellicola e li ho riposti in frigo per poter mantenere la forma e tagliarli più facilmente.
Da ciascuno di essi ho ricavato due o tre porzioni, che ho servito sul pane tostato cosparso con un velo di burro salato.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.