Salmone in crosta

Il salmone in crosta di pasta sfoglia è una pietanza dal gusto nordico, ricca e appetitosa. Ed è proprio per questo che l’ho scelta per il menù della nostra cena di Natale.

Semplice e veloce da realizzare sarà molto apprezzata dai vostri ospiti.

Cosa ho utilizzato: salmone fresco trancio da 300gr, cavolo nero 6/8 foglie, uova 3, farina”00″, latte, sale, prezzemolo, maggiorana, senape, semi di sesamo bianco, semi di sesamo nero.

Dosi per: 4 persone
Preparazione: 25 minuti
Difficoltà: media
Cottura: 60 minuti

Come prima cosa ho preparato delle frittatine leggere e saporite che ho utilizzato per il ripieno. Ho sbattuto le uova con la frusta, ho aggiunto un pizzico di sale, un trito di prezzemolo, della maggiorana, un paio di cucchiai rasi di farina e due cucchiai di latte. Dopo aver amalgamato bene il tutto, prima di cuocere, ho lasciato riposare il composto per 10 minuti.

Nel frattempo ho messo a bollire dell’acqua in cui ho scottato per 5 minuti le foglie di cavolo nero, che poi ho raffreddato in acqua ghiacciata per fermare la cottura e mantenerne vivido il colore.

Ho tagliato il trancio di salmone in modo da ricavare due filetti di uguale spessore, circa un centimetro e mezzo.

Una volta pronti tutti gli ingredienti, ho steso la pasta sfoglia sulla carta forno, ho fatto un primo strato con le due frittatine, sovrapponendole leggermente per creare una superficie unica, quindi ho aggiunto  due foglie di cavolo nero, un filetto di salmone, ancora due foglie di cavolo, il secondo filetto e per finire le ultime due foglie di cavolo nero. Con l’aiuto della carta forno ho avvolto il salmone con frittate e pasta sfoglia facendo attenzione a far aderire bene i lembi della pasta.

Prima di infornare, ho fatto delle leggere incisioni sulla superficie della pasta, ho spennellato con del rosso d’uovo per ottenere la classica doratura e ho aggiunto dei semi di sesamo bianco e nero per ultimare la decorazione.

Ho infornato in forno preriscaldato a 180° per circa 60 minuti. Prima di tagliarlo ho aspettato che si intipidisse un pò.

Vi consiglio di accompaganre questo piatto con: il Dajje – Tintilia Rosè di Cantina Cieri.

Buon appetito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.